Salento Travel – La vacanza ideale in SalentoSalento Travel – La vacanza ideale in Salento
Forgot password?

Dimora Li Cuti

Offerte

Nessun Offerta Trovata
Hotel
Sannicola
[RICH_REVIEWS_SNIPPET id="2560" category="post" ]

Antica villa risalente alla fine dell’ottocento, con un ampio cortile e circondata dalla campagna e da un vigneto di proprietà, nella contrada da cui prende il nome Li Cuti, nel comune di Sannicola a circa 7 Km da Gallipoli.

Presenta lineamenti architettonici tipici della zona: i pavimenti sono tutti in malte originarie in stile con il fabbricato e particolari affreschi arricchiscono alcuni soffitti, in particolare è da ammirare quello che abbellisce la sala denominata Liberty, utilizzata solitamente per le colazioni, dove si possono gustare prodotti genuini della terra salentina (pane, frutta, marmellate, crostate e tanto altro).

 

Sistemazioni

– Camera smart: al primo piano con letto alla francese;
– Camere matrimoniali al piano terra o primo piano con letto matrimoniale, in alcune più ampie possibilità di 3° letto;
– Camera Superior al primo piano, con letto matrimoniale e ampia veranda arredata con divanetti; 
– Camera family al piano terra composta da due ambienti e un vano cottura, può ospitare fino a 5 posti letto.

 

Spiaggia

A circa 7 Km si trovano le bellissime spiagge di Padula Bianca e Rivabella, marine di Gallipoli. Servizio spiaggia in convenzione da richiedere all’atto della prenotazione. Servizio spiaggia in convenzione da richiedere all’atto della prenotazione salvo disponibilità, 1 ombrellone e 2 lettini ad appartamento, presso il lido convenzionato in Baia Verde, 1 ombrellone e 2 lettini a camera. È possibile prenotare il servizio navetta per le spiagge di Gallipoli, con supplemento.

 

Animali

Ammessi di piccola taglia

I servizi di Dimora Li Cuti

  • Animali Ammessi
  • Aria Condizionata
  • Caffè Bar
  • Frigorifero
  • Navetta
  • Parcheggio
  • Ristorante
  • Telefono
  • Televisione
  • Wi-Fi
[RICH_REVIEWS_FORM]
[RICH_REVIEWS_SHOW num="all" category="post" id="2560"]

GUIDA DI VIAGGIO



Data Not Found.

Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 851139031287 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=851139031287 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry.

Capoluogo del Salento, conta circa 99.000 abitanti. Situata nell'estremo lembo dello stivale tra il meraviglioso scenario dell'Adriatico e del Mar Jonio, in un clima tipicamente mediterraneo, con estati calde che raggiungono temperature medie oltre i 25° . Considerata una vera e propria città d’arte, che custodisce il patrimonio storico artistico di diverse popolazioni e culture, dai romani ai normanni, dai bizantini agli aragonesi, dal periodo rinascimentale al barocco e neoclassico. Essa rappresenta, inoltre, uno dei maggiori centri agricoli e industriali del Salento. Il primo insediamento umano si fa risalire all’ abitato romano sorto intorno al III secolo a.C. Seguirono poi la dinastia normanna, sveva, angioina, aragonese per poi giungere al dominio spagnolo durante il quale il centro storico raggiunse il suo massimo splendore.

 

Da Visitare

Lecce è il Capoluogo di provincia più orientale d’Italia, il centro storico molto suggestivo, dove rimanere incantati dall’effetto visivo della “Pietra Leccese”, una pietra dorata utilizzata per la costruzione dell’antico abitato. La Capitale del Barocco è molto ospitale, con una grande gastronomia ed un mare unico a pochi passi. Tutto ciò, la rende una delle mete imperdibili da visitare in Italia.Tra i simboli più rappresentativi di Lecce, abbiamo la famosa Colonna di Sant'Oronzo alta una trentina di metri la colonna è situata nell'omonima piazza, alla sommità della Statua del Santo, protettore della città.
Lecce è contraddistinta da molte Chiese, circa quaranta, tra cui spicca prima di tutto il Duomo che, situato nell'omonima piazza, colpisce per la sua maestosità in un classico stile barocco leccese.
Il Duomo, caratterizzato da due ingressi, racchiude la piazza, frequentata da tutta la popolazione come luogo di ritrovo. La Basilica di Santa Croce è considerata una delle rappresentazioni barocche più importanti ed eclettiche della città: un trionfo di merletti scolpiti in una pietra dal colore rosa-dorato. La Chiesa dei Santi Niccolò e Cataldo, è tra le più antiche infatti ha origine medievale e fu edificata per volere di Tancredi d'Altavilla; venne ristrutturata acquisendo un'impronta barocca come può testimoniare il portale con decorazioni arabesche e motivi vegetali. La Chiesa di Sant'Irene invece, presenta sul portale maggiore la statua della Santa e sull'alto frontone, lo stemma della città. Da vedere è anche la Basilica del Rosario, barocca e dedicata a San Giovanni.
Anche gli edifici civili sono molto particolari, come può testimoniare il maestoso Palazzo del Seggio o Sedile di Lecce: edificio cubico, costruito verso la metà del '500 e aperto su Piazza Sant'Oronzo. Palazzo dei Celestini, chiamato così in quanto sede dell'Ordine omonimo, attualmente è sede della Prefettura e della Provincia. Punto di interesse da non lasciarsi sfuggire assolutamente, è Castello di Carlo V, voluto dall’Imperatore come fortezza, ma in seguito una sala fu adibita a teatro. Dal 1983 esso viene utilizzato per promuovere iniziative culturali e percorsi espositivi.
All’interno di Piazza Sant'Oronzo, tra il 1904 ed il 1938, è stato ritrovato un Anfiteatro romano risalente al II° secolo d.C.. Solo una parte di esso è visibile, in quanto il resto è coperto da alcuni edifici. Agli amanti dello shopping possiamo dire che, percorrendo le stradine del centro, è possibile ammirare le caratteristiche botteghe di artigianato locale tra cui quelle in cui si producono oggetti cartapesta. Merita una visita anche la bellissima Piazza Mazzini e Via Trinchese, le quali rappresentano il fulcro dello shopping leccese, con negozi alla moda. Lecce è decisamente una delle città più esuberanti della Puglia, grazie ad una movida notturna più che apprezzabile. Porta San Giovanni è il centro della movida leccese, infatti la maggior parte dei locali si trova quì. I punti per divertirsi e svagarsi, sempre frequentati da giovani, sono concentrati soprattutto tra Piazza Sant'Oronzo e la Chiesa di Santa Chiara.La maggior parte delle trattorie e dei ristoranti, sono situati nel centro storico, dove si possono assaggiare le tante specialità tipiche della cucina leccese. Tra i primi piatti più apprezzati, abbiamo i ciceri e tria e le orecchiette al sugo alla ricotta forte; tra i secondi abbiamo: i pezzetti di cavallo ala sugo ed i turcinieddhi. Per quanto riguarda i dolci, il più rinomato è il pasticciotto alla leccese, magari accompagnato da uno degli ottimi vini locali.Coloro che seguono lo sport, sapranno che il principale impianto sportivo di Lecce è lo Stadio Via del Mare, di grandi dimensioni. Per chi ama la natura, consigliamo una visita al Parco Naturale di Porto Selvaggio, rinomato per via della sua fauna e flora, infatti è possibile vedere varie specie di uccelli, volpi e donnole. Oltre e questa "oasi verde", suggeriamo di vedere anche le tante spiagge, sia con sabbia che scogli, nei dintorni della città. Spostarsi a Lecce è molto facile, grazie al servizio di trasporti Sgm, inoltre la città è fornita di Aeroporto. Il "Salento in Treno e bus + bici", è un servizio estivo di trasporto pubblico integrato, organizzato dalla provincia di Lecce.

 

 

 

Fonte: www.paesionline.it

 

 

Cosa Mangiare

La gastronomia pugliese si basa essenzialmente sulla reinvenzione degli stessi alimenti principali, dal momento che i più diffusi sono tutti simili tra loro. Tuttavia, le tradizioni gastronomiche si differenziano in tre filoni differenti, che grossomodo corrispondono ai distinti territori della Capitanata (Gargano e Tavoliere), dell’area barese e di quella salentina. Un elemento di distinzione tra le tre tendenze è il condimento: l’aglio, molto presente nella Capitanata, viene sostituito dalla cipolla man mano che si scende verso sud.
Il territorio pugliese produce in loco grandi quantità di grano, di olive nere e verdi (tra cui le celebri Olive di Cerignola) e di olio extra vergine di oliva, che sono tra i pilastri della dieta locale. Il pane è squisito (ricordiamo tra gli altri il tipico Pane di Altamura) ed una famosa pietanza locale è la “frisedda” o “friseddha”, pani duri a forma di ciambella che vengono ammorbiditi nell’acqua e conditi con olio, sale, pepe, e volendo pomodori o cipolle. È ancora importante la produzione di pasta fatta in casa e tra le tipologie più note troviamo le lasagne, le recchie o orecchiette, i troccoli, le chiancarelle, i maccarroni, condite al sugo o con ragù di carne o di pesce.
Le recchie o orecchiette sono fatte di pasta incavata a forma di piccole orecchie e quelle tradizionali sono realizzate con farina di semola o integrale. Le chiancarelle non sono altro che delle orecchiette più piccole, mentre i troccoli sono tipici del Gargano e sono prodotti con l’omonimo mattarello dotato di particolari lame circolari. Tra gli alimenti della gastronomia tipica non può mancare il pesce, i mitili, i calamaretti ed i frutti di mare, essendo la Puglia la regione italiana dotata di costa più estesa (ben 784 km). Vengono serviti lessi, gratinati o in zuppe condite con olio, pomodoro e cipolle (alla marinara). Nella zona dei trulli (Alberobello), particolarmente squisite sono le produzioni di olio di oliva, vino bianco, pecorino, biscotti e taralli.
In generale, sono gustose anche le produzioni di formaggi (tra cui il formaggio ricotta) e tra le verdure un piatto rinomato è quello costituito dalle orecchiette alle cime di rapa. Tra i piatti di carne si fanno ricordare i “gnemeride” – costituiti da piccoli gomitoli di agnello o capretto infilzati allo spiedo e conditi con olio, cipolla, pomodori – ed i “turde ‘n zulza”, dei tordi lessati interi e lasciati raffreddare sotto sale per una settimana assieme a foglie di alloro e vino bianco.
Tra i dolci, le cartellate o carteddhrate sono tipiche del periodo natalizio. Si tratta di strisce di pasta ottenute da un impasto di farina, olio e vino bianco, piegate e arrotondate. Una volta definite nella forma, vengono cucinate al forno o fritte in padella e condite infine con il miele.
Importantissimi anche i vini, in particolare nel territorio salentino, sede di numerosi vini DOC che arricchiscono la cucina con un tocco di gusto raffinato, come il celebre Primitivo di Manduria, il Negro Amaro o il Salice Salentino. Nel complesso, i piatti pugliesi sono espressioni di eccellenza della “dieta mediterranea”, fatta di piatti sani e genuini e ricca di aromi. Molti piatti sono conditi infatti con numerose spezie come capperi, origano, basilico, che contribuiscono a definire i profumi ed i sapori dei piatti finali.

 

 

 

Fonte: www.pugliaonline.info

Ordina risultati per:

30% Sconto

Campoverde Village
San Cataldo Lecce

[RICH_REVIEWS_SNIPPET category="post" id="206"]

Bilocale 4/5 Posti Letto da € 199 Settimana Approfitta dello Sconto fino -20%

A partire da €199,00
18% Sconto

Dimora Li Cuti Sannicola Lecce

[RICH_REVIEWS_SNIPPET category="post" id="2560"]

Antica villa risalente alla fine dell’ottocento, con un ampio cortile e circondata dalla campagna e da un vigneto di proprietà

A partire da €60,00
29% Sconto

Torre Rinalda
San Cataldo Lecce

[RICH_REVIEWS_SNIPPET category="post" id="682"]

Vacanza in Salento in Villaggio direttamente sul mare in Soft All Inclusive con Ragazzo/a 0/16 anni nc Gratis

A partire da €69,00
Formule disponibili *

Periodo di Soggiorno

Numero di Camere

Camera 1

Età dei bambini Camera 1

I Tuoi Dati

Nome (facoltativo)

Cognome(facoltativo)

Numero di telefono(facoltativo)

Indirizzo email

Informazioni Aggiuntive / Richieste Particolari

Potrebbero interessarti anche: